Istituzioni dominanti e OGM nel Regno Unito: una storia da raccontare

Una delle controversie scientifiche che più ha caratterizzato l’Europa negli ultimi 15-20 anni è sicuramente quella relativa al rilascio degli organismi geneticamente modificati (OGM) nell’ambiente. La controversia sugli OGM, nel bene o nel male, tende ad essere interpretata come il riflesso di importanti trasformazioni culturali che hanno modificato il rapporto tra scienza e società. Diversi…

Food and water for life

La scarsità degli alimenti e l’aumento dei prezzi dovuto a biocarburanti, l’impatto ambientale sulle colture, l’aggravarsi delle condizioni di vita di milioni di persone, oggi sotto i livelli di povertà estrema, hanno portato le principali organizzazioni internazionali a (ri)lanciare l’allarme sulla crisi alimentare mondiale e ad interrogarsi sul ruolo dello sviluppo scientifico e tecnologico e…

OGM: Panorama rilancia il dibattito

Sul numero 51/2007 di Panorama, un dossier firmato dalla giornalista Gianna Milano rilancia il dibattito sugli organismi geneticamente modificati, riprendendo le riflessioni emerse dal ciclo di indagini su Biotecnologie e opinione pubblica in Italia. Lo studio di Observa partiva dal presupposto che gli atteggiamenti verso gli organismi geneticamente modificati non potessero essere interpretati a prescindere…

Naturalmente buono: a tavola tra naturale e artificiale

Naturale e artificiale, due termini con cui ci rapportiamo ogni giorno, ma siamo sicuri di non utilizzarli con leggerezza e a volte in modo inappropriato? A “naturale” sembra a volte che vengano associati solo significati positivi come buono, sicuro, sano o genuino, d’altra parte capita di dare per scontato il ruolo che “l’artificiale” occupa nella…

Cellule e cittadini. Biotecnologie nello spazio pubblico

Italiani ed europei sono davvero ostili alle biotecnologie? Quanto hanno contribuito i media a marcare la contrapposizione tra biotecnologie biomediche e agroalimentari? Come è possibile in questi casi integrare competenze scientifiche e partecipazione pubblica? Le biotecnologie sono un caso emblematico delle trasformazioni recenti – e per certi versi travolgenti – che hanno investito la ricerca…

Partire con il piede sbagliato

Di Federico Neresini Non sono attualmente disponibili molte ricerche, né riflessioni teoriche sul tema della percezione pubblica delle nanotecnologie. Fra quelle esistenti non è difficile comunque rinvenire una preoccupazione ricorrente, che si può riassumere nel modo seguente: il settore emergente delle nanotecnologie deve stare attento a non ripetere gli errori commessi in quello delle biotecnologie.…

Le paure degli Italiani

Gli Italiani temono soprattutto che il mondo rimanga senz’acqua potabile. Tra una serie di potenziali pericoli legati a fenomeni di vasta portata, il rischio che le risorse idriche si esauriscano preoccupa quasi un intervistato su tre (31,6%), più delle epidemie, degli incidenti nucleari e della sovrappopolazione. Tsunami, Sars, mucca pazza, Chernobyl: sempre più frequentemente, negli…

OGM: gli italiani dicono decida l’Europa

Gli Italiani rimangono scettici nei confronti degli OGM. Due su tre (66%) ritengono che i cibi OGM siano particolarmente rischiosi, mentre più della metà li considera inutili (59%). Tuttavia la maggioranza degli Italiani è favorevole a proseguire le ricerche sulle biotecnologie agroalimentari (59%), purchè le decisioni vengano condivise a livello europeo (secondo il 33% deve…