Scienza e società si incontrano nell’architettura

Quattro giorni di incontri, percorsi espositivi, teatro e degustazioni nella palladiana Villa Caldogno.

www.scienzarchitettura.it

Domenica 13 aprile si è conclusa la seconda edizione della rassegna: quattro intensi giorni di dialoghi tra filosofi, architetti, disegnatori e attori, antropologi e genetisti per svelarci inedite riflessioni e prospettive sull’incontro tra scienza e società.

Così giovedì 10 Antonio Serra, creatore di fumetti e il filosofo della scienza Giulio Giorello ci hanno finalmente rivelato le verità nascoste di Galileo, Nathan Never e Paperinik; venerdì 11 l’attore Gene Gnocchi e il filosofo Telmo Pievani hanno spiegato l’evoluzione darwiniana dell’agnello abbacchiato; sabato 12 Franco La Cecla, antropologo e architetto, e Carlo Alberto Redi, genetista, si sono interrogati sull’identità genetica e culturale degli indigeni amazzonici, domenica 13 Ilaria Capua, veterinaria esperta in influenza aviaria e Cino Zucchi, architetto hanno riflettuto sulle forme e i confini della libertà di pensiero nella scienza e nell’arte.

Il ricco programma di Scienza e Società si incontrano nell’architettura 2008 ha proposto anche un viaggio di esplorazione nel nanouniverso, con la compagnia Le nuvole e il loro spettacolo Le Nanometamorfosi e un assaggio della scienza dolciaria e vinicola di Dario Loison e Fausto Maculan: dolcetti dalle forme e dai gusti fruttati abbinati al sapore equilibrato e dolce del vino torcolato.
Inoltre cinema, con il film Frank Gehry, creatore di sogni, introdotto e commentato dal direttore di Domus, Flavio Albanese, percorsi guidati tra le creazioni artistiche e tecniche degli studenti delle scuole elementari e medie di caldogno e la premiazione dei lavori migliori.

Filo conduttore della rassegna la ricerca di tutte le suggestioni, le idee, i progetti, le formule e le ricette inedite che possono scaturire dall’incontro tra scienza e società, quando ci si allontana dalle aule accademiche e si occupa uno spazio inedito e fortemente caratterizzante l’identità del nostro territorio quale l’architettura.
Per questo, Villa Caldogno è divenuta nuovamente teatro di incontri, percorsi espositivi, degustazioni e spettacoli per esplorare i temi della verità, della creatività, dell’identità e della libertà attraverso le intelligenze, le passioni e le esperienze di scienziati, artisti, filosofi.

Leggi il pieghevole d’invito

Informazioni, contatti, programma e biografie dei relatori e indicazioni logistiche sul sito www.scienzarchitettura.it.

Scienza e Società si incontrano nell’architettura è un’iniziativa promossa da Observa – Science in Society e dal Comune di Caldogno, con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Vicenza, C4 – Centro Cultura Contemporaneo Caldogno e VAGA – Associazione Giovani Architetti di Vicenza. La rassegna è realizzata con il contributo di Camera di Commercio di Vicenza e di Trend Group S.p.A. e con la collaborazione di Corriere del Veneto (Media Partner), Hotel Vergilius, Tipografia Campisi, Libreria Galla 1880, Ristora, Loison Pasticcieri, Maculan Azienda Agricola e Compagnia Teatrale Le Nuvole.Observa fa parte del network europeo “Città della Scienza”, coordinato dalla città di Barcellona e sostenuto dalla Commissione Europea, che comprende anche le città di Vienna, Lisbona, Magdeburgo e Tromso.

rassegna stampa