Scienza e Società si incontrano nell’Architettura

Il libro con dvd allegato per raccontare i momenti più significativi della rassegna

Testi, fotografie, podcast, video e musica: pubblicato il libretto + dvd che raccoglie i momenti principali dell’edizione 2009 di Scienza e società si incontrano nell’architettura.

Guidati dalle parole chiave che hanno scandito le quattro serate della rassegna i lettori potranno ripercorrere la nascita della forma delle nubi e delle città con Luca Mercalli e Gianni Bondillo; rileggere dell’intelligenza dei pulcini di Giorgio Vallortigara e del linguaggio di altri animali raccontati da Neri Marcorè; riflettere sui suoni dello spazio con Andrea Possenti e ascoltare le storie e le immagini che creano la musica di Arturo Stàlteri; scoprire nuove ricette e un modo divertente, affascinante e scientifico di lavorare con il cibo attraverso l’esperienza di Arabeschi di latte e di Davide Cassi.

Spazio anche alla letteratura con le letture dell’attrice Stefania Carlesso (ascolta i podcast), alle avventure del Cane di Pavlov (guarda il video) raccontate nello spettacolo teatrale di Pierantonio Rizzato e Igi Meggiorin dal testo di D. Lamberti e ai suoni della natura, scoperti grazie a all’intervento di Voci di Piante.

Le note di Arturo Stàlteri al pianoforte e del suo Concerto per la Luna (guarda i video) possono essere riascoltate nel Dvd allegato alla pubblicazione. Oltre a due Notturni dal disco Child of the moon. Dieci notturni e un’alba, anche un inedito An Ending di Brian Eno, eseguito da Stàlteri al pianoforte e registrato dal vivo a villa Caldogno il 18 aprile 2009.

Oltre alla Musica, sono presenti nel dvd le foto, i video e i podcast della rassegna.

Ascolta le riflessioni e i dialoghi tra scienza, architettura, musica e arte attraverso i podcast degli incontri:

Luca Mercalli, meteorologo. “Una nube è una forma indistinta, non è un oggetto, perché assume la sua identità se osservata da lontano. Così facendo le si dà forma e sostanza ideale, ma da vicino o dall’interno è composta da cristalli di ghiaccio ad alta quota o da goccioline di acqua a bassa quota…”

Gianni Biondillo, architetto e scrittore. “Vivo un profondo conflitto d’interessi: non riesco mai a capire se sono invitato come architetto o come scrittore. Spesso mi si chiede che cosa centri un architetto con la letteratura. Come stanno insieme le due discipline?…”

Giorgio Vallortigara, neuroscienziato. “In genere si suppone che esista una qualche relazione tra parole e pensieri, però la natura precisa di questa relazione ci è in larga misura ignota. Vi sono approcci diversi a questo problema, ma la strategia che io perseguo è studiare le creature che, pur comunicando tra loro in modo sofisticato, non hanno nulla d’analogo al linguaggio verbale: gli altri animali…”. Leggi il contributo.

Neri Marcorè, attore. “Certi animali s’inseriscono in case altrui, sfruttando i gusci come il paguro, e io farò altrettanto stasera. Sentendo questi esempi e vedendo questi animali comportarsi in maniera così civile e lineare, ho pensato ai nostri politici e mi sono chiesto: perché non puntare tutto su uno scimpanzè?…”

Andrea Possenti, astrofisico. “Il genere umano si è sempre interessato al cielo, perché guardarlo genera sensazioni di quiete e tranquillità. In passato, però, c’erano anche finalità legate alla vita quotidiana: costruire calendari per seguire i cicli naturali consentiva la sopravvivenza delle comunità. Oggi la tecnologia ci permette di osservare il cielo in modo nuovo, ma abbiamo due motivi diversi rispetto agli antichi per farlo…”. Leggi il contributo.

Arturo Stàlteri, musicista. “Come arriva un musicista a scrivere il concerto per la luna, e qual è il percorso che lo ha ispirato? Dopo l’intervento di Andrea Possenti, parlare dei miei ricordi di bambino e del mio modo molto immaginifico di vedere la luna e le stelle, mi sembra davvero riduttivo, ma forse questo è il contributo che io posso dare…”

La raccolta ripropone anche i materiali dei concorsi “Racconta lo spazio” per le scuole superiori della Provincia di Vicenza e “Architetture dello spazio” per le scuole elementari e medie dell’istituto comprensivo di Caldogno (VI).

23 novembre 2009 | in: Pubblicazioni, Ricerca, Tags: ,