RRI per la progettazione nell’ambito di HORIZON 2020, di Giuseppe Pellegrini

0

La denominazione Responsible Research and Innovation (RRI) caratterizza il programma quadro di Ricerca europea Horizon 2020 per il periodo 2014-2020 attraversando tutti gli ambiti di ricerca e le sfide proposte. Il programma si propone di sostenere la ricerca e l’innovazione per contribuire alla realizzazione di una società basata sulla conoscenza perseguendo le grandi priorità dell’agenda europea 2020: crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.
L’esigenza di orientare in questa direzione l’innovazione trae spunto dal dibattito sviluppatosi a partire dagli anni settanta sul ruolo della ricerca nello sviluppo della società e i suoi risvolti filosofici, etici ed economici. Nel tempo, la riflessione sul concetto di innovazione responsabile ha sottolineato l’importanza di una governance della ricerca volta ad includere gli stakeholders e il pubblico sin dalle prime fasi della ricerca e dello sviluppo. Questo tipo di inclusione dovrebbe consentire di anticipare e comprendere le attese della società al fine di produrre benefici sperati e limitare effetti negativi.

Il concetto di RRI è stato introdotto a partire dal 2000
nell’ambito del programma europeo Science in Society
anche se in forme non sempre coerenti e uguali1. Negli
ultimi anni il concetto ha avuto un’evoluzione normativa
legata ai programmi di sviluppo europei che lo hanno
strutturato in sei dimensioni utilizzate per la formulazione
del piano Horizon 2020.
Queste dimensioni sono: coinvolgimento pubblico, alfabetismo scientifico, educazione scientifica, equità di genere, etica, open access e governance.

La RRI è un approccio che anticipa e valuta sostanziali implicazioni e aspettative sociali della ricerca e dell’innovazione con l’obiettivo di orientarla in senso inclusivo e sostenibile. Questo implica che gli attori sociali coinvolti (ricercatori, cittadini, decisori politici, imprenditori e organizzazioni della società civile) cooperino nel corso dell’innovazione per allineare i processi e i risultati con i valori, le esigenze e le aspettative della società.

 

Leggi qui l’articolo completo apparso su ARPEmagazine.

Comments are closed.