Observa Science in Society

Dieci anni di scienza nella società

Nel 2011 Observa celebra il primo decennale di attività. Nel corso dell’anno sono previste una serie di iniziative speciali.

Sarà inoltre realizzato un libretto, che attraverso immagini, testi e testimonianze significativi, racconterà dieci anni d’impegno concreto nello studio della scienza nella società.

Dal 2001 Observa promuove la riflessione e il dibattito sulle relazioni tra scienza, tecnologia e società, favorendo il dialogo tra scienziati, policy makers e cittadini. Sviluppa ricerche sugli atteggiamenti dei cittadini verso tematiche tecnico-scientifiche e su quale sia lo stato della scienza nella società contemporanea. Tra gli strumenti innovativi di ricerca messi a punto, vi sono l’Osservatorio Scienza Tecnologia e Società e lo Science in the Media Monitor. I risultati degli studi sono pubblicati su monografie periodiche come l’Annuario Scienza e Società, che dal 2005 fornisce dati utili a comprendere la situazione e i cambiamenti della scienza nel contesto sociale.

Negli ultimi anni Observa ha organizzato anche una serie di iniziative pubbliche: rassegne e incontri, forum con esperti e cittadini, seminari di formazione.

Nell’arco di questi dieci anni, Observa ha consolidato i contatti e collaborato con prestigiose istituzioni scientifiche, sia nazionali sia internazionali. Inoltre, ha partecipato alle principali reti di collaborazione mondiali sui temi dei rapporti tra scienza e società, fra cui ESConet (European Science Communicators Training Network), Science in the City, MACOSPOL (Mapping Controversies on Science for Politics), ROSE (Relevance of Science Education) e IRIS (Interest and Recruitment in Science).

Durante i prossimi anni, oltre a rafforzare le attività già intraprese con successo, Observa prevede la realizzazione di ulteriori indagini e pubblicazioni su temi di rilevanza strategica, la partecipazione tra gli organizzatori del convegno internazionale di comunicazione della scienza a Firenze nel 2012, e l’instaurazione di nuove relazioni con consorzi europei.

Scarica la cartolina di Observa