Italiani meno sensibili ai mutamenti del clima, ma cresce la rilevanza dei dati scientifici

I nuovi dati dell’Osservatorio Scienza e Società

In occasione della conferenza internazionale di Copenhagen COP15, Observa presenta i nuovi dati dell’Osservatorio Scienza e Società sulla percezione pubblica dei cambiamenti climatici.
Diminuisce la sensibilità degli italiani sultema del clima: negli ultimi due anni, la percezione che il clima della Terra stia diventando più caldo si è ridotta notevolmente.

Rispetto al 2007, i cittadini convinti che il clima stia effettivamente cambiando sono diminuiti dal 90% al 71,7%.

Tra questi aumenta però in modo significativo la rilevanza dei dati e degli studi scientifici: nel 2007 per due su tre la percezione del riscaldamento del pianeta era fondata sull’esperienza personale. Oggi i dati forniti dagli scienziati sono decisivi per il 38% – un dato raddoppiato rispetto al 18,7% del 2007. La rilevanza del ruolo dei dati scientifici è particolarmente accentuata tra i laureati, mentre tra i meno istruiti prevale un giudizio basato sulla propria percezione quotidiana. Il peso del dibattito scientifico emerge, seppur in modo diverso, anche tra gli incerti (9,1%): oltre la metà non si pronuncia ritenendo gli scienziati in disaccordo tra di loro.

Si conferma invece debole l’influenza delle organizzazioni ambientaliste: solo il 13% (un dato stabile) attribuisce loro un ruolo rilevante nella propria percezione che il clima stia cambiando. Un giudizio che diviene marcatamente negativo tra gli ‘scettici’: quasi uno su due ritiene che “gli ambientalisti esagerino sempre”.

Resta in ogni caso elevata l’attenzione sul tema: il 63% si considera informato sul cambiamento del clima.

Visualizza i risultati completi.


Leggi l’articolo uscito su Nòva 24 – Il Sole 24 Ore, di Alessia Maccaferri.

L’Osservatorio Scienza e Società è dal 2002 il primo monitoraggio permanente delle tendenze e degli orientamenti dell’opinione pubblica italiana nei confronti di ricerca e innovazione tecnologica. L’Osservatorio è un’iniziativa del centro ricerche Observa – Science in Society, realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Rilevazione CATI su un campione di 1020 casi, stratificato per genere, età e ripartizione geografica, rappresentativo della popolazione italiana con età uguale o superiore ai 15 anni.

Observa – Science in Society è un centro di ricerca indipendente senza fini di lucro che promuove la riflessione e il dibattito sui rapporti tra scienza e società, favorendo il dialogo tra ricercatori, policy makers e cittadini.

rassegna stampa