Innovazione tecno-scientifica, innovazione della democrazia

Martedì 18 luglio 2006 Regione Lombardia, Sala Pirelli, via F. Filzi n 22, Milano

Fino a che punto le tradizionali arene democratiche (assemblee legislative in primis) sono e saranno in grado di decidere sulle materie complesse? La straordinaria accelerazione della scienza e della tecnica sembra imporre tempi e luoghi troppo stretti per questioni troppo ampie. C’e chi dice sia in gioco la democrazia. Probabilmente no, ma le sue forme usuali sono certamente sfi date.

Regione Lombardia ha sempre perseguito una politica di innovazione di processi di governance, divenendo un laboratorio privilegiato a livello nazionale. Le innovazioni hanno riguardato dinamiche istituzionali, ma anche percorsi di ricerca. In particolare, sono state promosse e concluse indagini sperimentali sui processi deliberativi in materia di biotecnologie e sulle sperimentazione in campo aperto degli OGM.

La Fondazione Bassetti, d’altro canto, ha da tempo posto attenzione ai temi dell’innovazione tecnico-scientifica e alle conseguenti trasformazioni politico-istituzionali, offrendo la propria competenza per attivare nuovi percorsi decisionali che favoriscano l’incontro tra amministratori, esperti e cittadini.

Questo incontro intende riproporre alcune questioni di fondo, raccontare il lavoro fin qui svolto, incontrare quanti si occupano sul piano politico e teorico di tali questioni e individuare nuove linee di lavoro. L’occasione e interessante anche nella prospettiva dell’elaborazione dello Statuto regionale. Durante l’incontro, il prof. pellegrini presenterà la prima esperienza italiana di consensus conference realizzata nel 2004 da Observa – science in society.

Il programma:

9.00 Registrazione partecipanti
9.30 Saluti introduttivi
Raffaele Cattaneo, Sotto-Segretario alla Presidenza della Regione Lombardia
Adriano De Maio, Presidente IRER

10.00 Governance e innovazione tecnoscientifica: alcune chiavi di lettura
Piero Bassetti, Presidente Fondazione Giannino Bassetti

10.30 Democrazia, innovazione e decision making. Note ed esperienze per un governo della complessità
Presiede Alberto Brugnoli, Direttore Generale IRER
Il caso svizzero: Sergio Bellucci, Direttore Centre for Technology Assessment at the Swiss Science and Technology Council
Una sperimentazione istituzionale condotta in Lombardia: Giuseppe Pellegrini, Docente di Metodologia e tecniche della ricerca sociale, Universita degli Studi di Padova
Percorsi di ricerca per il governo della complessita: Alessandro Colombo, Direttore della ricerca IRER

11.30 Dibattito

12.00 Implicazioni per lo Statuto

Beniamino Caravita di Toritto, Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico, Universita La Sapienza

12.30 Conclusioni
Roberto Formigoni, Presidente della Giunta della Regione Lombardia

17 luglio 2006 | in: News,