Governare scienza e tecnologia. Un’introduzione al quadro normativo

A cura di M. Bigatto, in collaborazione con l'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Chi decide come distribuire i fondi per la ricerca a livello europeo? Quali sono le opportunità per i cittadini di far sentire la propria voce su questi temi? Qual è il contributo delle istituzioni alle politiche di genere e di pari opportunità nella ricerca?

Occuparsi di ricerca e discutere dei rapporti tra scienza e società, oggi, significa confrontarsi con un quadro regolativo sempre più complesso e articolato. Allo stesso tempo, scienza e tecnologia sono tra i settori in cui il livello regolativo, decisionale e finanziario europeo ha un impatto sempre più decisivo sugli attori interessati: ricercatori, istituzioni di ricerca, imprese, società civile.

È su questa base che l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e Observa Science in Society hanno deciso di realizzare Governare scienza e tecnologia. Un’introduzione al quadro normativo, curato da Milena Bigatto. Attraverso informazioni sugli sviluppi recenti, presentazioni delle normative in vigore, dati e statistiche sui temi trattati, il volume offre una panoramica sintetica e accessibile su una serie di temi di rilievo per i processi di governo e regolamentazione della ricerca in ambito europeo.

Sfoglia un’anteprima del volume

Il volume è disponibile nelle librerie che ne faranno richiesta, si può acquistare nello store online dell’Istituto Veneto, ed è inviato gratuitamente ai soci di Observa.

Milena Bigatto si occupa di Politica europea e comparata presso l’Università di Siena e la School of International Studies dell’Università di Trento. I suoi interessi di ricerca riguardano il processo di integrazione europea e in particolare lo sviluppo delle istituzioni sovranazionali.

L’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti è un’accademia che ha per fine l’incremento, la diffusione e la tutela delle scienze, delle lettere e delle arti, con particolare riguardo alla vita culturale, sociale ed economica delle Venezie. Ha sede a palazzo Loredan (sede storica) e a palazzo Franchetti.