Genere e Ricerca

un'indagine di Observa sulle questioni e le percezioni delle differenze di genere tra ricercatori e ricercatrici europei

Il tema dell’uguaglianza di genere nelle carriere tecnico-scientifiche è ormai divenuto uno dei nodi centrali dell’agenda di istituzioni nazionali e internazionali nell’ambito delle politiche della ricerca e dell’innovazione.
Nell’ambito del Gender Action Plan lanciato da due importanti progetti europei sulla genomica SABRE e EADGENE, Observa ha promosso un’indagine tra il personale di ricerca degli Istituti coinvolti nei due network per valutare le modalità con cui le problematiche di genere sono percepite dai singoli ricercatori e trovano esemplificazione nel loro percorso professionale e privato. In corso di realizzazione, l’indagine intende mettere in luce vari aspetti legati alla dimensione di genere nel mondo scientifico, con particolare riferimento alla ricerca nell’area delle scienze della vita. L’analisi e il confronto delle posizioni permetteranno di cogliere alcune delle criticità della presenza femminile nel mondo della ricerca e di trarre utili indicazioni sulle cause e le possibili misure per affrontare il fenomeno.
I risultati preliminari dello studio saranno presentati da Massimiano Bucchi e Valeria Arzenton in occasione del workshop “Mind the Gap – Workshop Europeo sull’Equità di Genere nella Ricerca Scientifica”, che si terrà a Lodi il 28 giugno 2007. Il meeting, promosso dal Comune di Lodi, dal Parco Tecnologico Padano e dall’associazione no profit Fair si propone di portare in evidenza i “gap” di opportunità che in alcuni casi ancora ostacolano le carriere femminili e di diffondere i risultati delle misure finora intraprese su scala internazionale. Una sessione sarà dedicata alla presentazione delle politiche comunitarie in tema di genere nella ricerca, con interventi anche di Rita levi Montalcini e Jaleh Daie (Managing Partner di Aurora Private Equity Limited, ex-Presidente dell’Association for Women in Science – AWIS, USA.).
Inoltre, alcuni prestigiosi esponenti del mondo della ricerca internazionale, scientifica e industriale, e del giornalismo, tra cui Maya Widmer (delegata per le Pari Opportunità della Swiss National Science Foundation), Margherita Hack e Paola Govoni, confronteranno le loro esperienze nel corso di un dibattito aperto alla partecipazione del pubblico (con traduzione simultanea). Programma e informazioni dettagliate saranno disponibili a breve.

20 giugno 2007 | in: News, Tags: ,