Dieci anni di Observa Science in Society

Festeggiamo il primo decennio di attività

Sabato 12 novembre 2011 Observa ha festeggiato il suo primo decennale. Dati, pubblicazioni e iniziative per fare il punto su dieci anni di ricerche e attività su scienza, tecnologia e società. Luogo dell’incontro il quattrocentesco Palazzo del Monte di Pietà a Vicenza.

Nell’occasione è stato presentato in anteprima e consegnato a tutti i partecipanti Ten years of science in society, il libretto in italiano e in inglese con cui Observa ripercorre tutte le proprie ricerche, iniziative e pubblicazioni.


Scarica il libretto in versione pdf

Il pomeriggio è stato inaugurato dalla proiezione del documentario Piccolo passo o grande sbalzo? Noi e la tecnologia, prodotto da Observa.

L’incontro è proseguito con i saluti di Giuseppe Ottavio Zanon, vicepresidente della Fondazione Monte di Pietà, che ha sottolineato la rilevanza delle attività di Observa per comprendere la società del presente e delineare quella del futuro.

Federico Neresini, presidente di Observa, ha illustrato gli obiettivi perseguiti dal centro di ricerca in questi anni. Dopo una panoramica generale sui progetti di ricerca svolti a scala locale, nazionale e internazionale, sono stati presentati lo Science in the Media Monitor e alcuni suoi risultati.

In seguito, Massimiano Bucchi, coordinatore del comitato scientifico, ha esposto alcuni dati raccolti dall’Osservatorio Scienza Tecnologia e Società e ha ricordato due tra le principali iniziative pubbliche rivolte ai cittadini: Scienza e Società s’incontrano nell’Architettura e A Regola d’Arte.

Infine, l’intervento di Giuseppe Pellegrini, responsabile dell’area scienza e cittadini, ha posto l’accento sull’importanza della partecipazione pubblica nelle decisioni su questioni tecnoscientifiche, che si è concretizzata nei progetti ParCo e Accent.

Dopo alcune domande dal pubblico e la visione del filmato Sc(i)en(z)e da ridere, prodotto da Observa, l’incontro si è concluso con un aperitivo a cura di EquoBar, Loison Pasticceri e la Centrale del Latte di Vicenza.

Hanno partecipato: la Centrale del Latte di Vicenza, EquoBar, Fondazione Monte di Pietà, Loison Pasticceri, ViArt.

Si ringraziano per la collaborazione Elena Agosti, Patrizia Cazzaro, Giulia Cegalin, Stefano Corsi, Francesca Cremaro, Andrea Lorenzet, Marzia Lovato, Mario Micoli, Roberto Mina, Luisa Dall’Alba, Barbara Saracino, Chiara Segafredo, Giuseppe Ottavio Zanon.