Cellule e cittadini. Biotecnologie nello spazio pubblico

0

Italiani ed europei sono davvero ostili alle biotecnologie? Quanto hanno contribuito i media a marcare la contrapposizione tra biotecnologie biomediche e agroalimentari? Come è possibile in questi casi integrare competenze scientifiche e partecipazione pubblica?
Le biotecnologie sono un caso emblematico delle trasformazioni recenti – e per certi versi travolgenti – che hanno investito la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica nelle società contemporanee.
Curato da Massimiano Bucchi e Federico Neresini e con contributi di sociologi, psicologi sociali, biologi e studiosi del diritto, “Cellule e Cittadini, biotecnologie nello spazio pubblico” (Sironi, Milano, 2006) analizza il dibattito sulle biotecnologie, ricostruendo da un lato gli orientamenti dell’opinione pubblica e l’atteggiamento dei media, e ripercorrendo dall’altro la storia della legislazione e le esperienze di coinvolgimento del pubblico nei processi decisionali.
Mettendo in discussione stereotipi ancora radicati, gli autori approfondiscono le ragioni del senso comune e della sua presunta diffidenza, indicando la partecipazione dei cittadini su questi temi come uno dei principali terreni di sfida per la scienza e la democrazia.

Contributi di Valeria Arzenton, Martin Bauer, Andrea Lorenzet, Giuseppe Pellegrini, Mariachiara Tallacchini, Giuseppe Testa, Brian Wynne.

Sfoglia un’anteprima del volume.

Per maggiori informazioni visita anche il sito di Sironi editore.

Leave A Reply